Apr 23, 2012 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Rainbow 0 a 3

Il primo dei tre match point per chiudere il discorso salvezza è gettato alle ortiche da una Libertas Vigor indecorosa, dal cui naufragio non si salva nessuno. Manser & C. sembrano una squadra già in vacanza e sugli spalti gli ultras inferociti chiedono a gran voce di togliersi la maglia ai giocatori in campo. La mediazione tra Berto e Ivan il Terribile però evita che l’epilogo sia ancor più vergognoso della gara e i marindulopivini escono dal terreno di gioco con i propri colori ancora indosso benchè infangati dalla prestazione. La cronaca è presto fatta: dopo nemmeno cinque minuti i padroni di casa sono già in svantaggio, dopo neanche dieci minuti sono sotto di due reti e a metà primo tempo la partita è già chiusa sullo 0 a 3. L’unica speranza è che la lezione sia servita perchè ora bisogna tirare l’allungo finale al massimo dell’entusiasmo, anche se parlare di entusiasmo dopo una sconfitta così avvilente non è facile. Domenica si va a Decima, almeno credo visto che qualcuno dice che c’è prima Funo, ma in tutti i casi bisogna andare a vincere o lo spauracchio degli spareggisi si concretizzerà mestamente. Forza ragazzi, un ultimo sforzo!

Ai microfoni di Sky Manser ha promesso che in caso di salvezza già domenica si farà tagliare i capelli negli spogliatoi o dalla Susi da chinque vorrà dare una sforbiciata. Questo è il suo doloroso voto alla Vergine di Venezzano. Inoltre lunedì offrirebbe a tutti l’aperitivo allo Snoopy (dalle 18 in piazza accanto alla sua bancarella di libri) prima di fuggire in Tanzania insieme al Trota con i soldi delle multe e delle partitelle…

classifica11r.jpg

 

Apr 21, 2012 - Senza categoria    No Comments

Gramègna con la suzèza

Mercoledì scorso, dopo la sonante vittoria contro lo United F07, la società ha gentilente offerto alla squadra una cena a base di gramigna con salsiccia. Era presente anche il nostro inviato Big Mike che da buon fotoreporter ha prontamente immortalato le immagini della serata che vi proponiamo di seguito.

P4180088.jpg

Facce allegre dopo la goleada.

P4180090.jpg

Il tavolo presidenziale.

P4180091.jpg

Cena agli sgoccioli, è l’ora del nocino di Brunàza!

P4180092.jpg

Clamoroso al Cibali: la Triade Bruco-Berto-Ero è riuscita a stare a tavola senza litigare tutta la sera. Sarà il potere della vittoria?!

P4180087.jpg

Orestantuffo bacia con passione Federico Bonzagni nel momento più sconvolgente della festa.

P4180093.jpg

Ore tre del mattino: si chiude con uno scopone che ricorda molto quello dell’82 sull’aereo di ritorno dalla Spagna tra Bearzot, Causio, Zoff e Pertini.

Apr 19, 2012 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile- United F07 5 a 1

Il credito con la fortuna viene quasi (quasi!) estinto nella “notte magica” dell’Old Trafford. La Libertas Vigor asfalta lo United F07 in un match dove finalmente gira tutto per il verso giusto e ogni tiro in porta si trasforma in oro. Re Mida Vospino apre le marcature al 9° dopo che al pronti-via gli ospiti avevano fatto tremare i 35.000 sopraggiunti da tutto l’hinterland marindulopivino per tifare Vigortas. Poco dopo Pedini pennella un cross per il solito Vospino che a due passi dalla rete insacca al volo. Al 30° è la volta di Calzati che spalle alla porta si gira lasciando partire un missile supersonico che non lascia scampo al portiere bolognese. Passano cinque minuti e Pedini fa poker. E’ però Melloni a regalare l’emozione più grande di tutto il match quando al 37° esce dai pali e si esibisce con leggiadria in un dribbling fino a tre quarti campo: sembrava di vedere Carla Fracci danzare sul palcoscenico della Scala… gli mancava soltanto il tutù! Nella ripresa, a giochi ormai fatti, c’era tempo di vedere Pedini realizzare il quinto gol su rigore concesso per atterramento di Vospino e il gol della bandiera dello United. Partita senza storia dunque, che aggiunge un tassello importante per il raggiungimento della salvezza. Da segnalare un Resca trasformato rispetto al girone di andata e un grande Bonzagni nel riscaldamento pre partita. Domenica ultima gara casalinga della stagione: vi aspettiamo tutti al Bernabeu per Libertas – Rainbow.

class10rito.jpg

 

Apr 12, 2012 - Senza categoria    No Comments

Quarto – Libertas Argile 1 a 0

Per commentare la trasferta a Lovoleto basterebbe fare un copia e incolla delle ultime partite e cronaca è fatta. Ennesima prova gagliarda della Libertas-Vigor che gioca alla pari contro il forte Quarto. Nel primo tempo ci provano dalla distanza Bonzagni, Vospino e Correggiari. La difesa verdazzurra-giallorossonera-per-l’occasione è una garanzia, con Fabbiani davanti a Boselli e Orestoni che dirige bene l’orchestra. Stessa musica nella ripresa, che riserva le emozioni più forti nel finale: prima Vospino spara una bomba a tu per tu col portiere che devia in angolo; poi dal conseguente corner Boselli colpisce il palo. E’ la dura legge del gol: a tempo quasi scaduto, su un tiro da fuori area prima parato da Melloni, un giocatore quartese ribadisce in rete il rimpallo. E’ un duro colpo per gli ospiti, che non meritavano la sconfitta per come hanno giocato e lottato. Chiusa la parentesi Quarto, bisogna già pensare a Decima, che insieme al mercoledì da leoni contro lo United saranno il crocevia della stagione. Sarebbe bello avere qualche pulman di tifosi al seguito come ai tempi di… di… di Berto adolescente! (“An ghè piò la passion d’na volta” commenterebbe il Cossa nazionale). Forza bàbbari!

classifica9rit.jpg

Apr 8, 2012 - Senza categoria    No Comments

FESTA LAUREA BOSE

P3300059.jpg

Venerdì 30 marzo, festa di laurea di Francesco Boselli al Sirius: giovini e meno giovini mangiano e brindano al nuovo dottore.

P3300062.jpg

Il buon Murza comincia a dare segni di ubriachezza molesta…

P3300063.jpg

Bonzagni versione pederasta insieme ai suoi pupilli Cinelli e Murza.

P3300064.jpg

Boselli congratulato da alcune Boselle.

P3300066.jpg

Lo scoop della serata: Oresterrefatto ordina il settimo calice in pochi minuti. “Da quando è alla Libertas non lo riconosco più” commenterà più tardi Gigi Gallerani di passaggio al Sirius.

P3300067.jpg

E con l’immagine-emblema della serata, vi salutiamo dandovi appuntamento a mercoledì 11 per Quarto – Libertas Argile. Carichi come delle molle!!!

 

Apr 5, 2012 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Budrio 1 a 0

Qualche giocatore, tifoso o dirigente del Budrio avrà sicuramente pensato: “Cosa ci fanno questi in una posizione di classifica simile?!” Eppure siamo lì – quel che è fatto è fatto – e nelle prossime cinque partite dovremo sputare sangue per toglierci dal pantano; certo è che la Libertas vista all’Old Trafford ieri sera fa ben sperare. Il Budrio è una squadra quadrata con qualche individualità interessante nel reparto offensivo, ma i padroni di casa respirano la corroborante aria di Pieve e… nun c’è trippa pe’ gatti! Il campo è un tappeto come neanche in serie A se ne vedono, così i ragazzi di Bramini riescono a imbastire trame di gioco interessanti. Nel primo tempo Vospino ha un paio di occasioni; anche Manservisi si trova sui piedi una ghiotta palla per portare in vantaggio i suoi, ma nonostante le azioni e il buon gioco i primi 45 minuti terminano in parità senza che Melloni venga impegnato più di tanto, con Orestoici, Boselli, Resca e Valenti baluardi della difesa. La ripresa inizia con una leggera flessione dei marindulopivini, ma al 12° Manservisi recupera un pallone ribattuto dopo una punizione di Vospino e spara in porta un tiro che ricorda ai vecchi tifosi il gol al Rainbow Granarolo in Coppa nell’era-Jimmy. Nei minuti seguenti i locali si fanno ancora pericolosi, in particolare con Vospino che serve una palla d’oro a Manservisi, ma l’attaccante argilese decide che è meglio rinviare il 100° gol e sparacchia alto di sinistro. Occasione anche per Taddia non finalizzata allo scadere. Al triplice fischio si può gioire ma come si vede dalla classifica sottostante bisogna stringere i denti ancora per qualche settimana. La differenza ora la faranno due elementi: l’allenamento (e sul fatto che siamo allenati non ci sono dubbi) e la testa, che significa entrare sempre in campo concentrati, determinati, indomiti, con il cuore a disposizione dei compagni. Basta uno che molla e il castello crolla! Forza ragazzi che portiamo a termine la missione!

Nota: nei prossimi giorni vedrete le foto della festa di laurea di Francisco Bosellao.

classifica8R.jpg

Apr 2, 2012 - Senza categoria    No Comments

Porta Stiera – Libertas Argile 2 a 1

Vittoria doveva essere e vittoria, purtroppo, questa volta non è stata. La Libertas Vigor perde un importante scontro diretto in quel di Ceretolo in un match sfortunato condizionato dal forte vento. Bramini cambia ancora modulo adottando un 4-3-3 e la squadra sembra ben messa contro questo Porta Stiera arcigno ma non trascendentale. Vospino ci prova su punizione: il portiere para. Lo stesso Vospino ha un’occasionissima di testa nell’area piccola: la palla lambisce il palo ed esce. Su contropiede i padroni di casa si portano inaspettatamente in vantaggio. Poco dopo Manservisi, servito da Fabbiani, spara al volo a botta sicura: la palla esce di un millimetro. La Dea Bendata a quel punto sembra essere anche sorda… I locali approfittano di un errore difensivo verdazzurro e raddoppiano. Un primo tempo che poteva tranquillamente finire sullo 0 a 2 si conclude invece sul 2 a 0. Nella ripresa, il forte vento e i rossoverdi di casa che si arroccano in difesa del risultato spengono un po’ la spinta ospite. A due minuti dal termine Pedini accorcia le distanze su punizione e a tempo abbondantemente scaduto Vospino ha sui piedi la palla del pareggio ma il suo tiro è parato dal portiere. Una sconfitta che brucia dunque e che lascia i marindulopivini in una posizione di classifica molto precaria. Mancano solo sei partite alla fine del campionato e bisognerà fare più punti possibile. Mercoledì all’Old Trafford va in scena Libertas – Budrio. Non possiamo più sbagliare niente se vogliamo evitare un epiologo agli spereggi, spareggi che quest’anno visto l’andamento in coda sembrano abbastanza probabili. 

classifica7r.jpg

Mar 29, 2012 - Senza categoria    No Comments

Emilia – Libertas Argile 1 a 1

Mamma mia! Sul campo spelacchiato e triste di Ponte Rizzoli scende una delle più belle Libertas-Vigor degli ultimi tempi: grintosa, determinata, attenta e pericolosa. Nel primo tempo Valenti & C. non concedono praticamente nulla agli avversari e vanno vicini al gol in più di un’occasione con Pedini, Calzati, Vospino e Orestissimi. Nella ripresa partono più forte i locali che fanno soffrire la squadra di Bramini e vanno in vantaggio al termine di un contropiede; per fortuna bomber Vospino riequilibra le sorti del match pochi minuti dopo. Nel finale si vivono le emozioni più forti: prima Bonzagni manda a “fèr dal pugnàt” l’arbitro venendo espulso dalla panchina, poi è l’Emilia che rimane in dieci, così i verdazzurri potrebbero dare la stoccata vincente ma in almeno tre grossissime occasioni Vospino spreca. Un vero peccato, perché sarebbero stati tre punti di valore doppio. Tutti bravi ma tra i migliori in campo sono da segnalare Resca e Aretusi. Adesso bisogna andare ad affrontare il Porta Stiera con la stessa determinazione vista con l’Emilia perchè anche quella sarà una partita fondamentale in chiave salvezza. Dajeee!

Ibra.jpg

Manser incita Vospino nel finale di partita…

Class6°R.jpg

Mar 26, 2012 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Saragozza 2 a 1

 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Tutto il resto è soia, come diceva la Susi del bar 88. La cronaca: nel primo tempo Melloni trascorre quasi mezz’ora a raccogliere margherite nella propria area mentre sull’altro versante hanno occasioni più o meno nitide Vospino, Manservisi, Resca. Ci provano dalla distanza anche Fabbiani e Bonzagni. Al 40° Bonzagni dalla destra entra in area e da posizione defilata spara in porta, il portiere para ma sulla respinta si avventa Manservisi che insacca il meritato vantaggio verdazzurro. La ripresa parte con gli ospiti che spingono maggiormente alla ricerca del pareggio, complice anche una Libertas-Vigor che smette di giocare. Melloni rimane comunque relativamente tranquillo e al 35° arriva il raddoppio: Bonzagni pesca con un lancio millimetrico Vospino che stoppa e spara in porta: 2 a 0. Pedini potrebbe incrementare il bottino ma spreca in più di un’occasione. Nel finale i bolognesi trovano il gol della bandiera ma la gara è agli sgoccioli e i padroni di casa intascano tre punti importantissimi per la scalata salvezza. La Libertas Vigor si è dimostrata superiore agli avversari, ha però dato l’impressione anche in questa occasione di essere una squadra-profilattico: come un goldone si adatta alla forma e alla dimensione di un pene, così i marindulopivini si adattano alla qualità degli avversari. Nonostante la supremazia di gioco, si sono visti troppi errori durante le ripartenze; passaggi semplici che non arrivano a destinazione o decisioni sbagliate fanno sentire il loro peso nell’arco dei 90 minuti. Comunque sia, il primo scontro diretto è andato a buon fine e Ero, Bruno e Berto possono tirare una boccata di grappa. L’OrISTATe, l’Istituto Pievese di Statistica, dice che 7 punti nelle prossime tre partite porterebbero la squadra in una zona molto meno paludosa di quella attuale. C’è ancora molta fatica da fare, ma i mezzi per farcela ci sono… Forza cipputi!

 

P.s.: per correttezza attribuiamo a Onan (che si trovava in tribuna insieme al suo maestro Renzo Garuti) la definizione di “Libertas squadra-profilattico”.

 

Class5rit.jpg

 

 

 

 

Mar 19, 2012 - Senza categoria    1 Comment

Granamica – Libertas Argile 3 a 2

Il 4-1-4-1 che ogni tanto mister Bramini rispolvera non ha portato punti contro la capolista, ma non è stata una Libertas-Vigor rinunciataria, né inoffensiva. I padroni di casa sono andati in vantaggio con un colpo di testa su calcio d’angolo. Poco dopo Vospino si procurava un rigore; lo stesso puntero partenopeo e parteargilese batteva a colpo sicuro ma il portiere locale era bravo a deviare. Sul finire del primo tempo arrivava il raddoppio grazie ad un tiro di Marzola che, deviato da un difensore verdazzurro, subiva una traiettoria a parabola che ingannava Melloni. Nella ripresa Resca & C. cercavano il gol con insistenza ma erano i “granamici” (così detti per il bel clima di armonia e rispetto che regna tra panchina e campo) a portarsi sul 3 a 0 con un rigore generosamente concesso dall’arbitro. Nel finale la Libertas metteva paura ai locali: prima Vospino segnava su rigore, poi a tempo scaduto portava i suoi sul 3 a 2 con un bel gol al volo su lancio di Pedini. Speriamo che, sia la prestazione, sia lo “sblocco psicologico-realizzativo” di Vospino siano un buon viatico per la partita di domenica prossima contro il Saragozza, partita che diventa assolutamente fondamentale vincere. Confidiamo che chiunque scenderà in campo giocherà con la bava alla bocca. Non a causa del doping…

 

 

Class4R.jpg

 

Pagine:«1234567...37»