Ott 10, 2011 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Quarto 0 a 1

Una folata di pessimismo cosmico più o meno leopardiano raggela gli spalti del Bernabeu a fine gara. La quarta sconfitta consecutiva (abbiamo ancora un bonus per migliorare la classifica iniziale dell’anno scorso!) porta con sè alcuni dati che cominciano a preoccupare. In quattro partite (sei contando le due di coppa) non è stato segnato neanche un gol; le reti subite sono cinque (dieci contando la coppa). Da 540 minuti (9 ore) non si va a segno! Ma i numeri non direbbero niente se non si analizzasse il contesto: la vera preoccupazione non nasce solo dal fatto che non si segna, nasce soprattutto dal fatto che non si crea un’azione da rete che sia una. Se in novanta minuti si facessero almeno quattro o cinque azioni da gol (il minimo sindacale per una squadra media direi) al triplice fischio almeno una volta, quando va male, si sarebbe vista la rete gonfiarsi. Invece in quattro partite di campionato si saranno viste, forse, due occasioni nitide. Forse! L’anno scorso la situazione non era tanto diversa, ma c’era un “qualcosa” che faceva essere più ottimisti. L’anno scorso infatti ci riprendemmo alla grande, cosa che abbiamo ancora il tempo e le qualità (almeno morali…) per fare. Svegliamoci e andiamo sempre e comunque in campo senza paura: d’altra parte giochiamo a calcio e male che vada si retrocede. Solo che retrocedere in un campionato di livello così basso vuol dire essere davvero scarsi! Ci sono però alcuni modi per sopperire ai piedi quadri e credo che sappiamo tutti quali sono…

Tornando alla partita di domenica… mmm… chevvedevodi’: brutta! Gli ospiti giocano il pallone, i verdazzurri rincorrono e corrono a vuoto anche perchè quando non si fanno due passaggi di fila è inevitabile correre a vuto e spendere più energia. Nel primo tempo Mello salva provvidenzialmente la porta locale da un tiro in mischia. Anche Correggiari ha una buona occasione ma viene anticipato in angolo (non concesso) per un pelo. Nella ripresa il gol che vale i tre punti per gli avversari: il loro numero 9 protegge bene un pallone in area attirando su di sè tre giocatori Libertas che così facendo lasciano libero il 10 “quartese” che viene servito e può infilare indisturbato Melloni. Nel finale Bonzagni si presenta davanti al portiere ospite ma decide di passargli la palla anzichè tirare. “Aberrante!” sussurra qualcuno in tribuna. Che dire dunque? Ognuno tragga le sue conclusioni e vediamo di rimetterci in carreggiata.

DSCN32850001.JPG

DSCN32870001.JPG

DSCN32880001.JPG

DSCN32890001.JPG

DSCN32900001.JPG

Alcune immagini della partita: poche le emozioni, a parte un accenno di spogliarello di una tifosa marindulopivina che ha scaldato momentaneamente il pubblico presente. O per lo meno ha scaldato quel maniaco del nostro Onan, fotografo inviato al Bernabeu insieme a Snif per il servizio.

Libertas Argile – Quarto 0 a 1ultima modifica: 2011-10-10T11:10:06+02:00da skreta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento