Dic 12, 2011 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Funo 1 a 2

I timori del prepartita di mister Bramini si materializzano sul terreno del Bernabeu al fischio iniziale dell’arbitro: il vero avversario dei verdazzurri non è il Funo, sono le teste stesse dei verdazzurri… La gara inizia subito male, con un gol praticamente regalato al solito Tarantino; i primi 45 minuti vedono una Libertas macchinosa e poco aggressiva che subisce il raddoppio sempre con Tarantino. Poco prima del riposo Vospino ha sui piedi la palla per accorciare le distanze, ma il suo tiro a botta sicura è deviato in angolo dal portiere. Nella ripresa i padroni di casa partono più decisi e trovano subito il gol con Calzati. Ci sono continui ribaltamenti di fronte: Melloni è bravo a parare in un paio di occasioni, mentre sull’altro fronte Manservisi spreca una buona occasione tirando sopra la traversa. L’occasione più ghiotta per pareggiare capita però a Vospino che dopo essersi procurato un rigore lo calcia alto sopra la traversa (non ti preoccupare Vospo, li sbaglia anche Dio Tarantino i rigori come hai visto!). E così i marindulopivini escono dal campo a testa bassa per aver peccato ancora una volta di sufficienza. La classifica non è disperata, ma per risalire la china al ritorno bisognerà avere un approccio migliore soprattutto alle partite che sulla carta sembrano più facili. Quando sembrava che il cammino fosse in discesa (dopo Saragozza) la Libertas si è adagiata su allori che strada facendo si sono rivelati rovi. Ora però ricarichiamo le pile e riposiamoci: in scurén po’ stetr’an!

Bilancio fine andata: La Libertas-Vigor chiude con 12 punti frutto di 3 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte. L’anno scorso aveva chiuso il girone con 14 punti (4 vittorie, 2 pareggi, 7 sconfitte). I gol segnati sono 9 mentre quelli subiti 15 (la scorsa stagione erano 14 i fatti e 17 i subiti). Quest’anno 12 punti significano quart’ultimo posto, l’anno scorso con due in più si era terz’ultimi. Ciò dimostra che la classifica è molto corta e basta una vittoria per ritrovarsi a metà come basta una sconfitta per ritrovarsi ultimi. Le potenzialità per scalare posizioni più consone alle nostre qualità ci sono tutte, purché tutti si remi nella stessa direzione. Forza ragazzi!

clas13a.jpg

La classifica al termine del girone di andata.

Libertas Argile – Funo 1 a 2ultima modifica: 2011-12-12T12:11:05+01:00da skreta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento