Browsing "Senza categoria"
Ott 17, 2011 - Senza categoria    No Comments

United F07 – Libertas Argile 1 a 2

Finalmente la Libertas si sblocca e oltre a segnare le prime reti del campionato porta a casa tre punti che gli permettono di lascaire l’ultima posizione in classifica e respirare un po’ di entusiasmo, quello stesso entusiasmo che ora si dovrà sfruttare, pur rimanendo con i piedi ben saldi a terra, per risalire la china. La partita: il primo tempo è così così, con i padroni di casa che colpiscono un palo dopo pochi minuti; i verdazzurri (per l’occasione rossoneri) non stanno a guardare e ribattono con un bel tiro al volo di Valenti parato dal portiere e un colpo di testa poco fortunato di Boselli. Nella ripresa gli ospiti cambiano marcia e vanno in vantaggio: Fabbiani penetra in area e scarica su Pedini che a tu per tu con l’estremo difensore bolognese segna un gol che sa di liberazione. Lo stesso Pedini coglie un palo poco dopo. In un paio di occasioni (tiro da fuori di Bonzagni e punizione di Boselli) i tifosi marindulopivini gridano al gol ingannati da un’illusione ottica. Al 30° la squadra di Bramini raddoppia: prepotente incursione sulla fascia di Bonzagni (che dopo quella corsa entrerà in apnea) che serve nuovamente il Pedo de Oro davanti al portiere: 2 a 0. La gara sembra chiusa, ma a tempo scaduto l’arbitro concede un rigore generoso allo United: è 2 a 1 ma per fortuna non c’è più tempo e i ragazzi di patron Cossarini possono gioire dopo una serie di delusioni che sapeva quasi di maledizione. Tra i migliori in campo Calzati e la gladiatoria coppia centrale difensiva formata da Boselli e dall’inossidabile Super Orestissimi. Domenica arriva la corazzata Sala Bolognese e la Libertas potrà affrontarla con più consapevolezza nei propri mezzi. Se entrerà in campo con ancor più determinazione e riuscirà a contenere quei troppi semplici errori di impostazione che anche ieri si sono visti, dirà la sua senza timore.

DSCN32970001.JPG

Il Motivatore ritrovato Cortesi catechizza Bonzagni nel pre gara.

DSCN33000001.JPG

Alcune fasi di gioco del primo tempo.

DSCN33020001.JPG

La svolta: Bonzagni, supermotivato, è appena entrato in campo.

DSCN33030001.JPG

Resca batte un fallo laterale mentre in panchina il solito Motivatore prepara mentalmente Brùnaza Correggiari.

DSCN33040001.JPG

Post partita: Melloni si gode un meritato aperitivo insieme a Correggiari e al capo ultras argilese.

DSCN33050001.JPG

L’ uomo partita Sky Calzati si prende due “scimitoni” da Cortesi sotto lo sguardo allibito del giovane Bembo.

Class.5a.jpg

La classifica dopo cinque giornate: “eppur si muove!” come disse Galileo.

 

Ott 10, 2011 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Quarto 0 a 1

Una folata di pessimismo cosmico più o meno leopardiano raggela gli spalti del Bernabeu a fine gara. La quarta sconfitta consecutiva (abbiamo ancora un bonus per migliorare la classifica iniziale dell’anno scorso!) porta con sè alcuni dati che cominciano a preoccupare. In quattro partite (sei contando le due di coppa) non è stato segnato neanche un gol; le reti subite sono cinque (dieci contando la coppa). Da 540 minuti (9 ore) non si va a segno! Ma i numeri non direbbero niente se non si analizzasse il contesto: la vera preoccupazione non nasce solo dal fatto che non si segna, nasce soprattutto dal fatto che non si crea un’azione da rete che sia una. Se in novanta minuti si facessero almeno quattro o cinque azioni da gol (il minimo sindacale per una squadra media direi) al triplice fischio almeno una volta, quando va male, si sarebbe vista la rete gonfiarsi. Invece in quattro partite di campionato si saranno viste, forse, due occasioni nitide. Forse! L’anno scorso la situazione non era tanto diversa, ma c’era un “qualcosa” che faceva essere più ottimisti. L’anno scorso infatti ci riprendemmo alla grande, cosa che abbiamo ancora il tempo e le qualità (almeno morali…) per fare. Svegliamoci e andiamo sempre e comunque in campo senza paura: d’altra parte giochiamo a calcio e male che vada si retrocede. Solo che retrocedere in un campionato di livello così basso vuol dire essere davvero scarsi! Ci sono però alcuni modi per sopperire ai piedi quadri e credo che sappiamo tutti quali sono…

Tornando alla partita di domenica… mmm… chevvedevodi’: brutta! Gli ospiti giocano il pallone, i verdazzurri rincorrono e corrono a vuoto anche perchè quando non si fanno due passaggi di fila è inevitabile correre a vuto e spendere più energia. Nel primo tempo Mello salva provvidenzialmente la porta locale da un tiro in mischia. Anche Correggiari ha una buona occasione ma viene anticipato in angolo (non concesso) per un pelo. Nella ripresa il gol che vale i tre punti per gli avversari: il loro numero 9 protegge bene un pallone in area attirando su di sè tre giocatori Libertas che così facendo lasciano libero il 10 “quartese” che viene servito e può infilare indisturbato Melloni. Nel finale Bonzagni si presenta davanti al portiere ospite ma decide di passargli la palla anzichè tirare. “Aberrante!” sussurra qualcuno in tribuna. Che dire dunque? Ognuno tragga le sue conclusioni e vediamo di rimetterci in carreggiata.

DSCN32850001.JPG

DSCN32870001.JPG

DSCN32880001.JPG

DSCN32890001.JPG

DSCN32900001.JPG

Alcune immagini della partita: poche le emozioni, a parte un accenno di spogliarello di una tifosa marindulopivina che ha scaldato momentaneamente il pubblico presente. O per lo meno ha scaldato quel maniaco del nostro Onan, fotografo inviato al Bernabeu insieme a Snif per il servizio.

Ott 7, 2011 - Senza categoria    No Comments

News

Sul Resto del Carlino di oggi, nell’inserto sportivo bolognese, potete trovare pubblicata la foto dei vostri beniamini marindulo-pivini in versione 2010-11. Avevo spedito il file alla redazione del quotidiano quasi sei mesi fa: meglio tardi che mai!

Per quanto concerne l’infermeria, si segnalano acciacchi per Brunàza Correggiari, Effe Taddia e Pedo Pedini, ma sembrano tutti recuperabili a parte Manser che ne avrà ancora per una settimana o due. Rispetto domenica scorsa torneranno Melloni, Fortunato e Bonzagni, che daranno però il cambio a Cortesi e Fabbiani impegnati con la Nazionale Mammalucchi.

Manser ha messo in palio una super cena in caso di vittoria contro il Quarto. Qualche maligno afferma di averlo sentito dire: “Potrei anche scommetere la casa che vado tranquillo…”. Da una (logora) bandiera del calcio verdazzurro non ce lo saremmo mai aspettato; forse si tratta solo di voci infondate, ma vero o no, cercate di smentirlo ragazzi! E fatevi offrire una bella cena venerdì prossimo.

RdCarlino.jpg

(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Ott 5, 2011 - Senza categoria    No Comments

Cena Bar 88

Venerdì 30 settembre il Bar 88 ha ospitato l’annuale raduno delle bande di New Pork; l’evento, organizzato dalla Susy e Cyrus Suffritti, ha visto la presenza dei soliti Warriors di Argile, delle Vigor’s Lizzies, degli Oranges di Galeazza, dei Drinkthewater Furies, ecc. La cena è stata ottima, anche se qualche Warriors ha accusato sintomi di avvelenamento il giorno dopo: Bramini, Boselli, Manser nonchè il capo dei Drinkthewater Furies (Luke Win) sono stati ricoverati con sintomi di intossicazione da arsenico. Si sospetta lo zampino di quell’anarcoinsurrezionalista del Cobra e del suo compagno brigatista Alex l’Ariete. In attesa di scoprire il colpevole, beccatevi la fotocronaca della serata.

DSCN32190001.JPG

Simone Cortesi rilancia un vecchio slogan: “Chiù pilu pe’ tutti!”

DSCN32200001.JPG

Anche Mello accusa qualche sintomo di avvelenamento…

DSCN32230001.JPG

Il 7 e l’8, la Fame e la Sete, il Bene e il Male, la Sinistra e la Destra: Giova e Bonza!

DSCN32240001.JPG

Pedo e Manser mentre mostra i biglietti perdenti della lotteria.

DSCN32250001.JPG

Melloni con gli ex Bergonzini e CorTeccia.

DSCN32290001.JPG

Thomas Srna mostra con orgoglio il premio più ambito della lotteria.

DSCN32320001.JPG

Il Bel Francesco.

DSCN32360001.JPG

Momenti di grande ilarità.

DSCN32370001.JPG

Bramini a trasformazione avvenuta…

DSCN32380001.JPG

I due Simoni chiudono la serata cantando il nuovo inno Libertas: “Asè geghegè fufufu sciabbaru (e il coro: “Ammooore!”), mammare’ chittaciavè sciù sciù sciù (e il coro: “Ammooore!”), Fambucchì trambalàn scittusang’ ayeye (e il coro: “Ammooore!”)…”

 

 

 

Ott 3, 2011 - Senza categoria    3 Comments

Budrio – Libertas Argile 2 a 0

Dall’alto della tribuna del Budrio Stadium di Vedrana lo spettacolo che offrono le squadre in campo è abbastanza soporifero. Il primo tempo è equilibrato: i padroni di casa hanno solo una grossa occasione che non sfruttano ma è probabilmente la Libertas a spostare maggiormente l’inerzia del gioco nella metà campo avversaria (lo dimostrano anche i cinque o sei corner a zero) anche se le occasioni da rete sono nulle. Nella ripresa Tarantino, spalle alla porta, si gira bene e fredda un incolpevole Bredice da fuori area. A quel punto i verdazzurri sono costretti a sciogliere le briglie. La pressione sulla difesa budriese è maggiore ma i pericoli creati scarsi, a parte un colpo di testa di Pedini che esce di lato. Nel recupero i padroni di casa arrotondano il risultato chiudendo un contropiede che trova la difesa ospite sguarnita per la ricerca del pareggio. Partita dunque poco piacevole, con tanti errori semplici che se dal campo si notano meno, dagli spalti diventano macroscopici. Le uniche emozioni sono state l’entrata in campo di Montagnini (esordio in prima squadra dopo aver rischiato di passare alla storia come unico giocatore mai impiegato ma ammonito per aver fumato una paglia in panchina), lo “schizzo” di Lele Pedini nei confronti dell’arbitro e le colorite contumelie rivolte da Boselli senior al simpatico Tarantino. Che dire? Anche quest’anno siamo già alla frutta! E’ ora di digerire e ricominciare ad avere appetito… I miracoli si chiamano così perché succedono di rado e la Libertas ne ha già fatti tanti negli ultimi anni… Ma di miracoli o meno ne riparleremo alla fine, adesso c’è solo da darci dentro senza pensare a sfighe, squalifiche, infortuni, carenze d’organico, tecniche, societarie, ecc. Forza Libertas Vigor!

A breve la fotocronaca della cena al bar 88 di venerdì 30 settembre.

DSCN32460001.JPG

Gli 11 scesi in campo al Budrio Stadium.

DSCN32470001.JPG

L’inedita coppia d’attacco formata da Correggiari e Calzati.

DSCN32480001.JPG

Marco Murza Bredice, per l’occasione estremo difensore verdazzurro.

DSCN32490001.JPG

Orestissimi bracca Tarantino mentre Penna si dispera.

Class3.jpg

La classica classifica iniziale della Libertas.

 

Set 26, 2011 - Senza categoria    No Comments

Libertas Argile – Emilia 0 a 1

Viene quasi da sorridere se si pensa a questo inizio di campionato che sembra voler riprendere il leit motiv delle ultime incredibili stagioni. A differenza degli ultimi due anni però, dove spesso le sconfitte coincidevano con un gioco poco brillante, le prime due gare di andata hanno visto una buona Libertas, sicuramente in credito con la dea bendata. La squadra di Bramini è scesa in campo per la prima al Bernabeu concentrata e vogliosa di mettere in carniere i primi punti; l’Emilia si dimostra una buona squadra ma quando i verdazzurri affondano si trova spesso in difficoltà. Accade tutto nella ripresa: Melloni vieni espulso per aver toccato la palla con le mani fuori dall’area. Dieci minuti dopo gli ospiti segnano il gol-vittoria approfittando di una rara disattenzione difensiva. Il forcing finale in 9 contro 10 (espulso anche Fortunato) non porta i frutti sperati e per la seconda domenica consecutiva i marindulopivini escono dal campo con l’onore delle armi ma senza punti. E domenica prossima sarà un bel rebus inventare la squadra per Bramini: agli squalificati Melloni e Fortunato vanno aggiunte le assenze quasi certe di Pedini e Manservisi e quella sicura di Bonzagni. Roba da non credere, ma anche quest’anno la Libertas è partita con l’handicapp!!!

Class2a.jpg

Set 21, 2011 - Senza categoria    No Comments

Ultime da Argile

Potrebbero esserci novità in settimana per quanto riguarda il mercato: in casa Libertas-Vigor si cerca da inizio stagione una punta e si vocifera che Fabio Bazzani potrebbe lasciare il Mezzolara per la formazione di patron Cossarini. Dipenderà molto anche da Manser, che pare non accetti lo scambio con la formazione budriese: “Mi darebbero dieci volte quello che prendo qui, ma il cuore non si compra” ha dichiarato. I tifosi a questo punto sognano un tridente da fantacalcio: Pedini-Manservisi-Bazzani. Finalmente, dopo anni passati a sentir parlare solo di salvezza, si potrebbe ricominciare a puntare alla promozione.

Notizia ANSA dell’ultima ora: La titolare del bar 88 Susy si è detta rammaricata per la scarsa adesione alla cena da lei organizzata per venerdì 30 settembre. “20 euro per tutto quel ben di dio non mi sembra un prezzo eccessivo quando per una pizza se ne spendono 18” ha detto. “E poi lo si faceva anche per i ragazzi, per tenere unito il gruppo… A Natale poi faremo anche un regalino. Vabbè fa niente, la prossima volta inviteremo la Centese!”

Per chiudere, allego qui sotto l’articolo apparso oggi sul Carlino. Per leggerlo e ammirare Checco in azione cliccateci sopra. A presto.

art.carl.jpg

 

 

Set 19, 2011 - Senza categoria    No Comments

Persiceto 85 – Libertas Argile 1 a 0

Esordio amaro per la Libertas Vigor in campionato, nonostante una buona prestazione che nell’inesistente classifica dei “se” avrebbe fruttato almeno un punto. Sul campo di San Giovanni scendono in campo Melloni, Cossarini, Valenti, Boselli, Alberghini, Calzati, Aretusi, Fortunato, Fabbiani, Manservisi e Pedini; i verdazzurri giocano da subito una gara attenta, tenendo sotto pressione la difesa avversaria pur non creando eccessivi pericoli. Al 35° i locali battono una punizione (concessa forse generosamente dal giovane arbitro) poco fuori dall’area: le marcature non sono perfette e il Persiceto va in vantaggio con un colpo di testa. Pochi minuti dopo Fabbiani ha sui piedi una ghiottissima occasione per pareggiare ma al volo spara alto. Nei minuti finali la squadra di Bramini rischia di subire il 2 a 0 ma riesce con fortuna a tenere aperta la partita. La ripresa si apre con la Libertas Vigor ancora battagliera, pronta a vender cara la pelle per trovare un pareggio che sembra più che giusto. Pedini e C. però non affondano la stoccata vincente e al triplice fischio possono uscire dal campo a testa alta seppur delusi. Domenica ci sarà la possibilità di rifarsi al Bernabeu contro l’Emilia, compagine ozzanese da sempre quadrata e battagliera. 

Class1.jpg

Set 12, 2011 - Senza categoria    No Comments

Rainbow – Libertas 3 a 0 (Coppa Emilia)

La Libertas Vigor esce dal campo di Granarolo con una sconfitta e al tempo stesso con molte indicazioni positive per mister Bramini. I verdazzurri hanno giocato un primo tempo di buon livello, impensierendo costantemente la retroguardia locale che ha avuto nel portiere il suo miglior giocatore in campo. Pedini, Manservisi e Calzati hanno avuto sui piedi delle ottime occasioni per ribaltare lo 0 a 2 dell’andata ma non sono stati fortunati; purtroppo a pochi minuti dallo scadere del primo tempo i padroni di casa andavano in vantaggio per qualche distrazione difensiva di troppo. Nonostante il caldo (che ha visto collassare Messina e un giocatore del Rainbow) gli ospiti hanno continuato a macinare gioco anche nella ripresa, ma nel finale, a qualificazione ormai compromessa, hanno subito altre due reti per un 3 a 0 troppo pesante ma che sicuramente caricherà la squadra per la “vendetta” in campionato. Bella prestazione di tutti i giocatori scesi in campo, con una menzione particolare per Fabbiani e Pedini. Abbiamo dunque visto che i marindulopivini ci sono, sono vivi, e già da domenica nella trasferata di San Giovanni in Persiceto per la prima di campionato sono  chiamati a dare continuità al gioco e soprattutto ai risultati che di conseguenza (magari con un Pedo de Oro come quello visto ieri e più cattiveria sotto porta degli avanti verdazzurri) verranno. Forza Cipputi!

Pagine:«12345678...37»